CRT si prepara a festeggiare 20 anni con un alto grado di soddisfazione degli utenti

Gli esiti dell’indagine condotta dalla SWG alla fine del 2018

Il 2019 si prepara ad essere un anno straordinario per la Crt. La Clinica di Riabilitazione Toscana compie 20 anni nel segno di molte novità. Nuovo logo, la promozione di una nuova Fondazione, la costante attività di ricerca e innovazione nella riabilitazione. E mentre il calendario delle iniziative viene messo a punto, la Crt ha la conferma del buon lavoro svolto fino ad oggi, con l’indagine condotta alla fine dello scorso anno dalla SWG tra i cittadini toscani.

Abbiamo la conferma che oltre due terzi dell’opinione pubblica informata ha raccolto una valutazione positiva della Clinica – ricorda il Presidente Marco Mugnai. Il dato è il migliore tra le strutture analoghe alla nostra che operano in Toscana. Analizzando i territori si osserva che nelle aree prossime alla localizzazione della CRT – dalle province di Arezzo, Siena, Grosseto, ai luoghi più vicini – il favore percepito raggiunge e supera il livello dei tre quarti”.

Passando alla valutazione dell’esperienza di cura, anche indiretta, avuta nella CRT, l’indagine della SWG evidenzia che il livello è stabile rispetto all’anno scorso: rimane molto elevato. “Un punteggio di 8, su una scala da 1 a 10, è, per un servizio sanitario complesso, di gran rilievo – sottolinea Antonio Boncompagni, Direttore generale della CRT. Le persone sono, infatti, giustamente molto esigenti quando si tratta della loro salute. E’ interessante evidenziare anche quali elementi determinano questa percezione positiva. E sono, in ordine di considerazione da parte dei cittadini,  la qualità dei servizi offerta e l’attenzione ai bisogni dei malati,  l’efficienza e la funzione di servizio, una buona organizzazione e un ruolo positivo nell’insieme dei servizi sanitari”.

Il quadro generale offerto dalla SWG viene completato da due indicatori: la percezione della CRT è largamente positiva – quasi il 60% – e stabile rispetto al 2017;  anche l’ analisi temporale mette in luce una stabilità di valutazione. Positiva anche la relazione con i cittadini: il livello dell’ informazione diffusa da CRT viene valutato dai due terzi come adeguato.