Dopo la riabilitazione e prima di tornare a casa: nuovi posti letto alla CRT

12 posti nella Speciale Unità di Accoglienza Permanente che verrà attivata entro l’anno

Una delibera dell’Usl Toscana Sud Est ha assegnato alla CRT ulteriori 12 posti letto. Ma non sono “ordinari” bensì destinati alla Speciale Unità di Accoglienza Permanente.

Questa nuova disponibilità offre un servizio importante e richiesto dai nostri pazienti – sottolinea il Presidente Marco Mugnai. C’è infatti un periodo intermedio che lo stesso paziente e la sua famiglia hanno talvolta difficoltà a gestire ed è quello tra la fine della riabilitazione e il rientro a casa. Il trattamento si è concluso ma non ci sono ancora tutte le condizioni di autonomia o di possibilità di assistenza nella propria abitazione. Ecco allora il senso e l’utilità del posto letto nell’Unità di accoglienza permanente. In questa fase la persona viene “stabilizzata” e messa nelle condizioni di far tranquillamente ritorno nella sua abitazione“.

I tempi di ricovero variano ovviamente in relazione alla condizione del paziente.

In ogni caso, sulla base delle indicazioni Ausl – conclude il Direttore Antonio Boncompagninon si possono superare i due anni dall’insorgere dell’evento. In questo periodo rientrano quindi i tempo necessari al ricovero, alla riabilitazione e all’Accoglienza nei nuovi posti letto che verranno attivati entro quest’anno“.

12 aprile 2019