“I ragazzi di Arnolfo” entrano alla CRT

Quando la musica e l’allegria contribuiscono alla riabilitazione

Dichiarano di essere nati per caso e per gioco. Un bel gruppo di amici, ormai in pensione, ma con la voglia di vivere e di cantare. Ecco “I Ragazzi di Arnolfo” che hanno tratto il loro nome dal loggiato del Palazzo di San Giovanni dove fino a non molto tempo fa si ritrovano per chiaccherare e scambiarsi battute. Poi una sera uno di loro iniziò a canticchiare un motivo al quale si accordarono tutti quanti e da qui nacque il coro.

Dalla canzoni tradizionali a pezzi d’opera. Avevano dichiarato di volersi esibire per allietare e rasserenare almeno per qualche ora le giornate di tanti anziani ospiti delle case di riposo ma adesso vengono richiesti non  solo in contesti di cura ma anche  in manifestazioni paesane.

“I ragazzi di Arnolfo” saranno alle ore 16 di giovedì 5 dicembre al quarto piano dell’ospedale del Valdarno, nel reparto di riabilitazione della CRT. Iniziativa “Spazio in festival” proposta e promossa dalla stessa CRT  e dalle Associazioni di Volontariato ATRACTO e a AVO.

3  dicembre 2019