CRT: nuovi vertici e si confermano i positivi risultati della Clinica

Augusta Albarosa Fuccini è la nuova Presidente

La CRT ha un nuovo Consiglio d’amministrazione e una nuova Presidente. E’ Augusta Albarosa Fuccini. Con lei entrano nel Consiglio Vanessa Bastreghi, vice Presidente; Marco Mugnai, Consigliere delegato; Mario Melazzini e Valtere Giovannini.

L’Assemblea dei soci CRT ha anche approvato il bilancio 2019 che ha confermato il buon esito che era stato già regolarmente raggiunto negli ultimi anni. L’utile d’esercizio è stato di oltre 140mila euro e il risultato prima delle imposte risulta migliore dell’anno precedente. Un elemento di particolare rilievo è la stabilità positiva dei conti aziendali negli ultimi 4 anni. Una stabilità che conferma la capacità della clinica di creare valore con l’erogazione di prestazioni sanitarie di qualità, con la ricerca di soddisfazione dell’utenza, con la trasparenza e con la stabilizzazione della struttura organizzativa.

In questo periodo, la CRT ha rafforzato la sua piena integrazione all’interno dell’Asl Toscana sud est, fino a diventare un punto di riferimento sia nell’assistenza sanitaria che nella ricerca. Il 2020 viene considerato dalla clinica una sorta di “anno cerniera” tra la fase di assestamento e un nuovo quinquennio di sviluppo strategico destinato a consolidare la qualità delle prestazioni sanitarie anche attraverso consistenti investimenti e la riconferma del suo ruolo centrale in Valdarno.

Un tema particolarmente sentito in CRT è quello della ricerca e ricordiamo che nel 2018 la clinica ha istituto un proprio Centro di Ricerca che ha lavorato – e continua a farlo – su una serie di ambiti scientifici. Ricordiamo l’attività di ricerca neuroscientifica traslazionale, cioè orientata all’applicazione dei risultati ottenuti nel miglioramento della cura dei pazienti; la conduzione di studi scientifici per nuovi metodi diagnostici e terapie innovative ed efficaci; la produzione di avanzamenti sostanziali nelle neuroscienze. Attualmente sono attivi 18 protocolli di studio che fanno riferimento a 12 linee di ricerca