Congresso Nazionale SINP 2022

 Lo studio della relazione tra i deficit cognitivi conseguenti ad ictus e il recupero motorio rappresenta un tema di fondamentale importanza se consideriamo l’influenza che la compromissione cognitiva esercita sull’efficacia della riabilitazione, rappresentando un fattore prognostico negativo del recupero funzionale. L’argomento è stato affrontato in occasione del Congresso Nazionale annuale della Società Italiana di Neuropsicologia (SINP), tenuto a Rovereto il 18-19 Novembre 2022, dalla Dott.ssa Laura Abbruzzese, responsabile del Centro Ricerca della Clinica di Riabilitazione Toscana. Nella comunicazione orale, moderata dal Direttore Scientifico, Dott. Mauro Mancuso, sono stati illustrati i risultati dello studio longitudinale italiano multi-centrico “CogniReMo” il cui obiettivo è stato quello di valutare come la compromissione di specifici domini cognitivi condizioni il recupero motorio ed il percorso alla dimissione in un campione di pazienti con ictus. Lo studio ha coinvolto 16 centri riabilitativi presenti su tutto il territorio nazionale, il cui contributo ha consentito di reclutare 319 pazienti sottoposti ad un’approfondita valutazione delle funzioni cognitive e motorie.

I risultati hanno mostrato una stretta correlazione tra funzioni cognitive e recupero motorio, evidenziando l’importanza di un’accurata valutazione dei disturbi cognitivi e di un intervento riabilitativo tempestivo focalizzato sulle specifiche difficoltà che il paziente presenta in seguito ad ictus.